08 Mag
Hungry_Franky

In questi giorni la colazione pronta ogni giorno appena sveglia, da mangiare comodo in terrazzo, ci ha proprio fatti impazzire. Ne abbiamo sfornate di diverse, piccole, sostanziose e rivisitazioni di “grandi classici” in chiave più leggera. Ecco che oggi vi condivido anche qui la ricetta del plumcake di mele.
[Io ho usato il classico stampo in silicone]

  • 110g di farina 0/00 (meglio 00)
  • 70g di fiocchi di avena baby (non quello grossi e secchi che nessitano di ammollo, e no farina istantanea. Nel caso sostituite con 70g di farina di grano tenero o integrale)
  • 30 g di zucchero di canna
  • 3 cucchiai di sostituto dello zucchero in forma granulare (no gocce) per sostituire altri due cucchiai di zucchero
  • 1 uovo intero
  • 100ml di latte
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1 cucchiaio di purea di frutta o yogurt magro
  • 2 mele
  • 12g di lievito istantaneo per dolci
  • una bustina di vanillina

Come farlo è davvero semplicissimo!
Sbattete l’uovo con zucchero di canna e sostituto dello zucchero. In un’altra ciotola unite fiocchi, farina, vanillina e lievito setacciando bene.
Unite i due composti e aggiungete l’olio, le mele tagliate a cubetti (una metà tagliatela a fettine sottili per decorare la superficie, come per la precedente torta di mele, ricordate?) e a filo il latte.
Se non avete uno stampo in silicone come me oleate il vostro stampo e pronti ad infornare (ricordatevi le fettine di mele per decorazione in cima) a 180° in forno statico da 30 a 40’ a seconda del forno.
Prova stuzzicadenti così non avrete di che preoccuparvi.
L’avete già provato in tanti grazie alle storie dei giorni scorsi su instagram, ora non avete proprio scuse! Che le colazioni abbiano inizio!
Nb. La consistenza interna dipenderà dal tipo di mela e dal grado di maturazione. Io ho usato delle mele rosse Ambrosia non troppo mature.

Se vuoi vedere il tutorial passo passo anche di questa ricetta clicca qui.

*Valori indicativi per ciascuna fetta di plumcake di circa 50g.


carboidrati 15
proteine 3
grassi 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *